22\Cerchi Olimpici

I cinque cerchi apparvero per la prima volta nel 1913, nell’intestazione di una lettera scritta da Pierre de Coubertin, il fondatore delle Olimpiadi moderne, che li aveva disegnati e colorati lui stesso. Inizialmente la disposizione dei cerchi era diversa da quella attuale.

Erano in sequenza orizzontale, come fossero anelli di una catena. Secondo l’interpretazione ufficiale del Comitato Olimpico Internazionale, rappresentano i cinque continenti e quindi l’incontro degli atleti di tutto il mondo ai Giochi Olimpici.

Ogni cerchio ha un diverso colore: azzurro, giallo, nero, verde, rosso.

De Coubertin scelse questi cinque colori, più il bianco dello sfondo, perché all’epoca erano utilizzati in tutte le bandiere del mondo. In questo modo la bandiera olimpica, rappresenta tutte le nazioni della Terra.

 

La speranza è che i cinque cerchi olimpici possano diventare un unico cerchio a simboleggiare una più stretta unione tra i popoli.