84\Grand Central Station di New York

E’ la mezzanotte del 2 febbraio 1913, quando 3000 invitati entrano per la prima volta nel Grand Central Terminal.
E’ più di una stazione ferroviaria, per molti versi, è il cuore di New York.

I nove ettari su cui è stata edificata erano stati acquistati quarant’anni prima dal miliardario Cornelius Vanderbilt, che vi aveva fatto costruire una prima stazione.
Centinaia di enormi treni producevano fumo, cenere… e rumore, attraversando pericolosamente quello che era diventato in pochi decenni il centro della città.

Un grave incidente convince la città di New York a bandire le locomotive a vapore da Manhattan e obbliga i ricchi proprietari ad una radicale riforma della stazione, pena la chiusura definitiva.

Le nuove tecnologie consentono una soluzione geniale: costruire 20 metri più in basso, scavando nella roccia.
Il preventivo è da brivido, anche per i Vanderbilt. Le entrate annuali della New York Central ammontavano a 80 milioni di dollari dell’epoca.
Per la nuova stazione ce ne vorranno il doppio!

 

Con le sue 44 piattaforme e 67 binari è la stazione ferroviaria più grande del mondo. Chissà se, cercando bene, non si riesca a trovare anche un binario 9 e ¾…