85\Rabindranath Tagore

Filosofo, mistico, e poeta nato a Calcutta da una famiglia di bramini.

Studia nell’ Inghilterra di fine ‘800, rientra in India senza aver completato gli studi, si dedica alle arti, alla poesia, alla musica e alla pittura.
Crede e predica una spiritualità panteista, in nome della non violenza e dell’amore per tutte le creature viventi.

Vince il Premio Nobel per la letteratura del 1913, il primo assegnato a un non europeo.

 

Chi sei tu lettore che leggerai le mie poesie tra cento anni?
Non posso mandarti un solo fiore di questa ricca primavera,
né darti un solo raggio d’oro delle nuvole che mi sovrastano.
Apri le tue porte, guardati intorno.
Nel tuo giardino in fiore con i flagranti ricordi
dei fiori sbocciati 100 anni fa.
Nella gioia del tuo cuore che tu possa sentire
la vivente gioia che cantò, in un mattino di primavera,
mandando la sua voce lieta, attraverso cento anni.
Rabindranath Tagore, “Chi sei tu lettore che leggerai le mie poesie”, The Gardener, 1913