87\Indipendenza del Tibet

Il Tibet è un immenso altipiano, attraversato dalle catene di montagne più alte del mondo.
L’altitudine media supera i 4000 metri. Lhasa, la sua capitale, è “il posto degli dei”, gli abitanti sono l’80% tibetani e il 20% cinesi.

A partire dal XVII secolo, viene considerato in Occidente il regno delle nevi e della spiritualità.

Il Tibet, per quanto isolato, non è mai stato un paese in pace. Nel corso dei secoli è stato invaso più volte: mongoli, cinesi, russi e inglesi hanno tentato l’occupazione, provocando tragiche carneficine.
La stagione della sua indipendenza politica ha inizio nel 1913 con il 13mo Dalai Lama, Thubten Gyatso.

L’attuale Dalai Lama è stato costretto dall’invasione cinese a fuggire in India nel 1959.

 

“L’intenzione cinese di colonizzare il Tibet è adesso sfumata come un arcobaleno nel cielo”.
1913, Thubten Gyatso