95\Vanity Fair

La rivista di moda, costume, cultura, “Vanity Fair” inizia le sue pubblicazioni nel 1913, anno in cui l’imprenditore/editore Condé Montrose Nast acquista la rivista di moda maschile “Dress”, cambiandole nome prima in “Dress and Vanity Fair” e l’anno successivo in “Vanity Fair”.

La pubblicazione ottenne subito un grande successo commerciale, tanto che, nel 1915, fu il periodico americano con più pagine pubblicitarie.
Raffinati servizi fotografici di moda si alternavano ad articoli di cultura e politica di grandi “firme”.

Alla rivista, che li remunerava profumatamente, hanno collaborato i più grandi scrittori e intellettuali dell’epoca come Aldous Huxley, Thomas S. Eliot, Pelham G. Wodehouse, Gertrude Stein.

La poetessa Dorothy Parker è stata responsabile della pagina degli spettacoli.

 

“Vanity Fair”, “La Fiera delle Vanità”, è un romanzo dell’inglese William M.Thackeray, pubblicato nel 1848.