Contare ha vari significati. Nel nostro caso si conta il tempo, gli anni, e si arriva a cento.

100 anni danno importanza, “contano”, soprattutto in un progetto che, nel caso della Fondazione Arena di Verona, ha attraversato il ‘900 regalando spettacoli, note musicali e voci indimenticabili. E quindi si celebra questo traguardo dei 100 anni, orgogliosi di aver raggiunto un numero così rotondo e significativo. Non solo, lo si celebra come trampolino per i prossimi 100 anni con tutta la fiducia guadagnata dall’esperienza accumulata e dal plauso del pubblico che da sempre riempie l’anfiteatro scaligero. Per tutto questo ci siamo inventati il titolo “100×100 BACK FOR THE FUTURE”, per poter parlare del passato e del futuro in unico contenitore.
All’interno ci sono tre progetti:

– una video installazione che attraverso 100 mini spot racconta velocemente di 100 cose, persone, invenzioni, fatti che si sono generati nel 1913;

– un album di figurine chiamato “Arenalbum” che raccoglie questi 100 fatti e li descrive a parole accompagnati da un’immagine da appiccicare dentro la storia.

– una “Capsula del tempo” che servirà per lasciare ai posteri che festeggeranno i 200 anni di storia, una testimonianza, un oggetto che riteniamo importante. Tutti potranno inserire nella capsula, che partirà per questo lungo viaggio e che arriverà a destinazione nel 2113, qualche cosa.

Quindi 100 motivi per parlare del passato che ha costruito il nostro presente, e arrivederci al futuro che ci ricorderà per ciò che abbiamo pensato e fatto: che responsabilità!