03\Acciaio Inossidabile

L’età dell’acciaio inossidabile ha inizio nel 1913, quando Harry Brearley, nel cuore dell’Inghilterra industriale dell’epoca, riesce a risolvere uno dei problemi che per millenni hanno afflitto il ferro: la ruggine.

L’acciaio è infatti figlio di uno degli elementi più antichi e abbondanti dell’universo, il ferro per l‘appunto.

Sider, stella del cielo, lo chiamavano i greci, e dal cielo è arrivato sulla terra. La siderurgia ha attraversato i secoli dando il nome a un’era della storia, l’età del ferro. Nel Medioevo le tecniche di separazione del ferro dalle scorie si affinano, ma prima o poi, a contatto con l’aria, il ferro arrugginisce, si usura, e si ossida.

La geniale intuizione di Brearley di aggiungere cromo al minerale di ferro ha conseguenze sorprendenti: coltelli, pentole e rubinetti non solo sono più resistenti, ma anche molto più igienici, e i manufatti diventano indistruttibili…come le armi…

 

L’acciaio può essere riciclato quasi all’infinito, senza mai perdere le sue caratteristiche.